Agevolazioni Transizione 4.0.

La quarta rivoluzione industriale pone sia sfide che opportunità a tutte le aziende che intendono intraprendere un percorso di trasformazione digitale. Le misure messe in atto a livello governativo possono supportare le imprese nell’affrontare tali cambiamenti.

Credito d'Imposta per R&S 2015 - 2019

Il credito d’imposta è uno sgravio fiscale automatico fiscale che si rivolge a tutte le imprese indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui operano, nonché dal regime contabile adottato, purché effettuino investimenti in attività di ricerca e sviluppo.

    • Il volume minimo di investimenti necessari per l’accesso al beneficio è pari a 30.000 euro, mentre il tetto massimo del beneficio spettante è pari ad Euro 10 milioni per anno fiscale.
    • Il meccanismo di calcolo si basa sul differenziale, laddove presente, rispetto alla media degli investimenti in R&S negli anni 2012-2013-2014. Nel caso di start up o aziende con pochi anni di vita, il differenziale si calcola sul minor periodo di riferimento.

Con questa agevolazione è possibile recuperare fino al 50% dei costi in ricerca e sviluppo volti a realizzare prodotti, processi o servizi nuovi o sensibilmente migliorati.

Sono ammissibili le seguenti spese:

    • Personale (subordinato e non);
    • Consulenze esterne, privative industriali, competenze tecniche,
    • Quote di ammortamento dei macchinari utilizzati per le attività di R&S, materiali.

L’ambito temporale dell’incentivo si estende dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2014 a quello in corso al 31 dicembre 2019.

Credito d’imposta R&S, Innovazione e Design 2020

Ricerca e Sviluppo

    • Il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 12%, nel limite massimo di 3 milioni di euro per periodo d’imposta.

Innovazione Tecnologica

    • Il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 6%, nel limite massimo di 1,5 milioni di euro per periodo d’imposta.

Innovazione Digitale 4.0 / Green

    • Maggiorazione dell’aliquota del credito d’imposta dal 6% al 10% per le attività di innovazione tecnologica che puntano a realizzare processi o prodotti con finalità di innovazione digitale 4.0 oppure ecologiche. Il tetto fissato per questo ulteriore punto del credito d’imposta è di 1,5 milioni di euro.

Credito d’imposta per acquisto beni strumentali e immateriali

Con la Legge di Bilancio 2020 sono stati introdotti tre nuovi crediti di imposta in sostituzione di super ed iperammortamento.

    • Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali (ex super ammortamento)
    • Il credito d’imposta è pari al 6% nel limite massimo di costi ammissibili pari a 2 milioni di euro.
    • Credito d’imposta per gli investimenti in beni 4.0 (ex iperammortamento)

L’iperammortamento è sostituito da un credito d’imposta per gli investimenti in beni 4.0, così suddiviso:

    • Nella misura del 40% del costo di acquisto per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro.
    • Nella misura del 20% per la quota di investimenti oltre 2,5 milioni di euro e fino al limite massimo dei costi ammissibili, pari a 10 milioni di euro.

Rimangono invariate le disposizioni tecniche dell’iperammortamento per accedere a tale credito di imposta.

Credito di imposta per l’acquisto di beni immateriali:

    • E’ stato introdotto un credito di imposta per l’acquisto di beni immateriali pari al 15%, nel limite massimo di costi ammissibili pari a 700.000 euro.

 

Credito d'imposta formazione 4.0

Tale credito è riconosciuto alle imprese che investono nella formazione del personale sulle materie aventi ad oggetto le tecnologie rilevanti per la trasformazione tecnologica e digitale delle imprese.
Ai fini della fruizione del credito d’imposta assumono rilievo le sole spese relative al personale dipendente impegnato come discente, limitatamente al costo aziendale riferito alle ore o alle giornate di formazione.

    • Per le piccole imprese, Il credito d’imposta è pari al 50% delle spese ammissibili e nel limite massimo annuale di 300.000 euro.
    • Per le medie imprese, Il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 40% delle spese ammissibili e nel limite massimo annuale di 250.000 euro.
    • Per le grandi imprese, Il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 30% delle spese ammissibili e nel limite massimo annuale di 250.000 euro.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi